E’ uscito il nuovo numero di Officine Patmos!

Officine Patmos si è trasformata in una nuova rivista, con un nuovo impianto grafico, una nuova esperienza di lettura e una diversa organizzazione dei contenuti. Abbiamo però mantenuto un formato editoriale standard (A4) per permettere ad ognuno di voi di stampare la rivista e portarla a chi magari non ha accesso al digitale.

Officine Patmos N°33 Dicembre 2022

 

La Diaconia Valdese Fiorentina ha intrapreso un nuovo viaggio, un viaggio ad impatto zero. Da oltre quindici anni abbiamo stampato su carta la nostra amata rivista, imbucandola ogni sei mesi nella vostra cassetta della posta. Per portare a termine questo processo abbiamo immesso nell’atmosfera circa 100.000 Kg di anidride carbonica all’anno, un concorso di colpa non più sostenibile. Come avrete modo di vedere, Officine Patmos si è trasformata in una nuova rivista, con un nuovo impianto grafico, una nuova esperienza di lettura e una diversa organizzazione dei contenuti.

 

Abbiamo però mantenuto un formato editoriale standard (A4) per permettere ad ognuno di voi di stampare la rivista e portarla a chi magari non ha accesso al digitale. Potete stare tranquilli, l’anima rimane la stessa, sarà sempre la voce fuori campo della Diaconia Valdese Fiorentina per chi non si accontenta dei titoli e vuole approfondire.

 

Buona Lettura!

altri articoli
correlati

Al Gould il Convegno “Sempre con tutti e tutte” sulle politiche per le persone non autosufficienti

Il giorno 11 Dicembre, dalle 9 alle 13, presso l’Istituto Gould in Via dei Serragli 49 a Firenze, Vi invitiamo al Convegno “Sempre con tutti e tutte” sulle politiche per le persone non autosufficienti.

Toscana, la Diaconia Valdese sottoscrive una nuova “alleanza” per il diritto alla casa.

Un fronte coeso, con l’ambizione di affrontare su più piani le sfide di una crescente povertà e fragilità socio abitativa, che abbraccia un partito trasversale di bisogni

Nuovo flyer informativo del Community Center di Firenze

Lo abbiamo tradotto in inglese, francese, arabo e urdu per superare ogni barriera linguistica.